Smart working al tempo del Coronavirus

smart working sul divano

5 consigli su come affrontare al meglio il lavoro da casa. 

L’epidemia di Corona Virus ha spinto molti ad avvicinarsi allo smart working per la prima volta nella loro vita, spesso trovandosi spiazzati. Ecco cinque suggerimenti per affrontarlo al meglio e non venirne sommersi. 

1) non è sabato!

Quindi alzatevi di buon’ora, esattamente come se doveste prendere la 58 per andare in centro. Lavatevi e vestitevi. La voglia di restare in pigiama e lavorare dal divano con una tazza di caffé fumante accanto è tanta, ma vi trasformerà in un attimo in pantofolai pronti ad aprire Netflix. Ovvio, se solitamente in ufficio siete in giacca e cravatta a casa potete essere più casual. 

2) scegliete un ambiente adatto

Se non avete la fortuna di poter adibire un’intera stanza per lo smart working, cercate comunque di creare una zona circoscritta dove ricreare una scrivania, un piccolo ufficio. Evitate di lavorare vagando per casa e spargendo documenti, penne e tecnologia ovunque. Avere un luogo dove concentrarvi vi aiuterà anche nel momento in cui vorrete prendervi una pausa. Un consiglio se ne avete un altro, evitate di piazzare l’ufficio sul tavolo della cucina, altrimenti ogni volta che pranzerete o cenerete dovrete smantellare tutto. 

3) Fissatevi degli orari ben precisi. 

L’errore più grande quando si lavora da casa è quello di ignorare completamente gli orari. Personalmente ci ho messo anni prima di crearmi una vera routine, però è indispensabile. Se avete già degli orari in ufficio, cercate di rispettare quelli. Soprattutto, anche se la casa diventa il vostro ufficio, staccate a pranzo, esattamente come se steste uscendo con i colleghi per andare a mangiare un hambuerger. Certo, la quarantena vi impedisce di uscire con gli amici per mangiare, ma nulla vi vieta di guardare una puntata della vostra serie precedente e lasciare computer e cellulare in “ufficio”. 

4) Siate tecnologicamente pronti

Lavorare da casa implica non solo la gradita o meno rinuncia alla compagnia dei colleghi, ma anche a tutte le comodità che l’ufficio mette a disposizione. Niente stampante, niente sala riunioni, niente macchinetta del caffé e delle merendine. Quindi prima di isolarvi in quarantena verificate di cosa avete bisogno per svolgere il vostro lavoro. Da remoto avete accesso a tutti i documenti che vi servono? Avete una stampante con scanner? Il vostro portatile supporta videochiamate con una qualità decente per poter utilizzare Skype e programmi simili? Fate delle prove per essere sicuri che tutto funzioni, altrimenti da casa sarete davvero poco smart. 

5) Non distraetevi

Da casa è impossibile che vi sorprendano a guardare Facebook o peggio. Quindi le distrazioni sono dietro l’angolo. Senza arrivare a imporvi blocchi su siti social di ogni natura, evitate direttamente di aprire siti che possano distrarvi. Il nuovo zerbino su Amazon cercatelo quando siete in “pausa”, altrimenti la vostra produttività da casa sarà davvero nulla. 

Navigazione articoli