4 cose per cui dovrebbero vietarvi la guida per sempre

Giro parecchio in auto, sia nel traffico di Milano che sulle tangenziali e autostrade, soprattutto da tre anni a questa parte. Tre anni che mi hanno convinto a vendere definitivamente la moto e la colpa non è certo mia. Ho iniziato con le due ruote 16 anni fa ma, ora più che mai, ho una paura fottuta di essere ucciso da qualche idiota alla guida. 

Ecco quali sono le 4 cose che secondo me non meritano perdono, corsi di recupero o test per riavere i punti, ma solo il ritiro permanente della patente. 

Bucare gli stop

Se qualcuno si è preso la briga di disegnare una riga bianca, accanto alla scritta STOP, rendendola il più evidente possibile, un motivo ci sarà no? Non me ne frega un cazzo se “conoscete la strada e da lì non arriva mai nessuno” o “ci vedo passo lo stesso”, NO! 

Vi dovete fermare, PUNTO. Se non lo fate e venite centrati da uno schiacciassi, beh, un po’ ve la siete cercata. Capita però molto raramente, il più delle volte arriva un ragazzo in motorino che spera che voi non decidiate di spararlo in orbita, basta poco per ammazzarlo, ricordate Hayden?

 

 

Cambiare corsia senza freccia

Questa è prerogativa soprattutto dei camionisti che vogliono sorpassare i colleghi andando a 2km/h in più. Non mancano però gli automobilisti che decidono di poter cambiare corsia senza avvisare nessuno. Hanno liberalizzato il mercato delle assicurazioni, non quello degli indicatori di direzione. Guardare nello specchietto di sinistra e cambiare corsia senza mettere la freccia può sembrare cosa da nulla. Capita però spessissimo che qualcun altro dietro di voi abbia deciso di fare esattamente la stessa cosa, magari avvisando però, e si ritrova a dover frenare perché, di fatto, gli avete tagliato la strada. Vi è mai capitato di vedere quei tamponamenti a 2-3 macchine in terza corsia? Questa è una delle cause, la seconda? Eccola…

Non rispettare le distanze di sicurezza

In pista i piloti viaggiano a 300km/h incollati alla vettura che li precede perché, con ogni probabilità, il loro collega affronterà le curve al massimo della velocità, senza incertezze, senza che sbuchi un pedone o un idiota che buca uno stop. Su strada, invece, può succedere di tutto e vi ricordo che la Porsche 911 GT3, che detiene il record di frenata, impiega 30,7 metri per arrestarsi alla misera velocità di 100km/h, il vostro X5 ne impiega 36 (qui altri dati)

PS: piccolo trucco quando vi stanno troppo incollati al posteriore. Senza decelerare, con il piede sinistro sfiorate il freno senza schiacciarlo. Si accenderanno gli stop, senza rallentare. Son sicuro però che al vostro compagno di viaggio dietro uno schizzetto nelle mutande scappa di sicuro. 

 

Usare il telefono alla guida

Anche la Dacia Sandero più economica al giorno d’oggi è dotata di bluetooth. Se poi, come la mia Punto, la vostra auto ne é sprovvista, basta spendere 16€ su Amazon per portarsi a casa un sistema più che dignitoso, senza arrivare ai 200€ del Parrot. C’è però chi fa peggio di così e non si limita a telefonare con lo smartphone attaccato all’orecchio, ma si mette a registrare vocali tenendo premuto il pulsante o, peste vi colga, addirittura scrive SMS. Scrivere al telefono mentre guidate, magari a 100 all’ora è come sparare all’impazzata con un AK47 in una piazza. Lo fareste mai? No. ALLORA PERCHÉ NON METTETE GIÙ QUEL CAZZO DI TELEFONO?

Menzione speciale che meriterebbe l’esilio dal pianeta terra per chi scrive messaggi mentre guida moto e scooter. 

Navigazione articoli